Crea sito

Addio a Clive Cussler, un grande scrittore

Clive Cussler, è morto. Il fuoriclasse della suspense avventurosa lascia in eredità una quantità spropositata di romanzi di successo e personaggi iconici.

Il 24 febbraio 2020 è venuto a mancare uno dei miei scrittori preferiti. Il suo nome era Clive Cussler e se non l’avete mai sentito nominare mi sa che non leggete molti romanzi d’avventura. Tanto per farvi capire quanto amassi le opere del “fuoriclasse della suspense avventurosa”, dico solo che lo ritenevo un po’ lo Stan Lee dei libri. Libri sempre carichi d’azione e colpi di scena, con quei capitoli ambientati nella Storia più o meno recente che rendevano la trama ancor più godibile e interessante.

Ho “conosciuto” Clive Cussler grazie a mio cugino, che mi regalò Missione Eagle e mi consigliò tutte le opere dell’autore. Roba non di poco conto considerando che legge parecchi e intendo PARECCHI libri. Come esordio non fu affatto male visto che, dopo l’antipasto, si susseguirono numerose altre portate. In altre parole, pagina dopo pagina e anno dopo anno, ora a casa Papi Nerd ci sono… ben più di due  romanzi di Cussler! Allego sotto prova fotografica: quello è uno dei ripiani della mia libreria, il gufo custodisce i tesori di carta e la tigre non sa cosa leggere perchè c’è troppa roba. E la tartaruga? Cerca invano romanzi rosa.

Clive cussler, i libri di Papi Nerd

Non solo libri

Sarebbe un filino superficiale considerare Clive Cussler esclusivamente come un grande della letteratura. Il papà di Juan Cabrillo e Isaac Bell (ma non solo loro) infatti è membro fondatore della National Underwater & Marine Agency (NUMA), un’organizzazione non profit specializzata nel ritrovamento e nel recupero di relitti marini. La NUMA gioca un ruolo doppiamente importante nella vita dello scrittore, visto che la ritroviamo come componente fondamentale delle sue opere. Una sorta di centro nevralgico dal quale nascono partono le avventure di Dirk Pitt, il personaggio di Cussler di maggior successo.

Proprio la fama raggiunta nel corso degli anni ha permesso a Dirk Pitt di essere protagonista “soltanto” di un paio di lungometraggi. Dico soltanto perchè mi pare assurdo che ad Hollywood non abbiano fiutato l’affare e non siano riusciti a produrre un maggior numero di pellicole basate sui lavori di Cussler. Comunque il primo film ad essere uscito è Blitz nell’oceano, pelllicola del 1980 dimenticata da quasi tutti e della quale so poco o nulla. Qui il DVD in lingua originale, se volete farvi del male.

Discorso diverso per quanto riguarda Sahara, prodotto nel 2005. E’ un film che si vede con piacere e porta degnamente in scena (giudizio personale) l’atmosfera che si respira in ogni opera dello scrittore. Inoltre si ammira un cast di tutto rispetto, con Matthew McConaughey nei panni di Pitt e Steve Zahn in quelli dell’amico di sempre, Al Giordino. Last but not least Penélope Cruz che interpreta un medico dell’OMS. Menzione a parte poi per William H. Macy, quell’Ammiraglio James Sandecker che rischia ogni volta l’infarto nel tentativo di supportare e sopportare i due protagonisti. In video ma anche, e soprattutto, su carta stampata.

In conclusione

Sono tanti i personaggi di una certa fama che non avrò mai il privilegio di conoscere. Clive Cussler è uno di questi. Perchè il suo stile narrativo mi ha conquistato subito e avrei voluto carpire qualche suo segreto. Perchè immagino che fosse una persona estremamente piacevole con la quale parlare. Che magari avrebbe concesso ad un fan come me di fare un giro su una delle sue favolose auto d’epoca.