Buon compleanno papà nerd

Un buon compleanno? Forse no, ma forse anche sì…

Il tempo scorre inesorabile e il calendario ti guarda con aria beffarda, ricordandoti che stai invecchiando. Ebbene sì, tra levatacce notturne e intense giornate lavorative ho dimenticato che il mio compleanno arriva anche nel 2019.

Confesso candidamente che preferirei evitare festeggiamenti visto che mi hanno sempre un po’ imbarazzato. Anche rispondere a telefonate, sms e whatsapp vari, vuoi per timidezza vuoi per estrema pigrizia, non sta esattamente in cima alla montagna delle attività che sogno. Ma mia figlia mi ricorda sempre a modo suo che le gioie della vita di un papà stanno nelle piccole cose ed è quindi giusto fare un piccolo sforzo, sorridere, essere cortesi e… mangiare come un suino ed aprire i regali!

A proposito di regali, visto che i capelli bianchi iniziano a farsi notare, ho deciso di tornare un po’ bambino. Come? Stilando una piccola lista di idee regalo. Stupido e banale forse, ma potrebbe rendere meno amara la consapevolezza dell’età che avanza. E rivelarsi un’attività magari utile a chi è alla ricerca di un cadeau che possa essere apprezzato.

Wheeljack: essendo “cresciuto a pane e Transformers” il primo della lista non poteva che essere lui! Saetta era il mio mito quando ero piccolo e ovviamente avevo un Trasformer (si chiamavano così all’epoca) che lo raffigurava, andato tragicamente perso durante un campeggio. Questo esemplare Masterpiece è un buonissimo e dettagliato modo per rivivere i bei tempi andati.

I Lego sono un’altra grande mia passione e, crepi l’avarizia, la caserma dei Ghostbusters è qualcosa che fa venire l’acquolina in bocca al solo pensiero. Certo costa un po’ e bisogna prevedere un sacco di spazio in casa, ma sognare non costa nulla!

In linea con un umore decisamente cupo, che ne dite di passare al lato oscuro della Forza? Ecco quindi una lampada a led raffigurante una maschera divenuta ben presto una vera e propria icona del cinema. Chi non conosce il grande Darth Vader?

E’ in fuga dalla Morte incarnata, se la vede con i Cavalieri dell’Apocalisse, incontra Babbo Natale, ha a che fare con zombie, Alte Sfere e persino… Dio? Tra citazioni cinematografiche, duelli all’ultimo sangue e tanto badassismo ecco a voi John Doe! Leggetelo e capirete perchè una serie tv a lui dedicata sarebbe una figata astrale.

L’unico modo per rendere sopportabile il Grande Fratello? Farlo invadere da un’orda di famelici morti viventi. Una mini serie tv imperdibile per gli amanti del genere, nata ben prima di The Walking Dead: ok, Dead Set è in inglese ma in fondo in fondo… chissenefrega!

Vorrei cogliere l’occasione per fare gli auguri a qualche personaggio famoso quasi quanto il sottoscritto (ah-ah-ah). Buon compleanno dunque al portiere del Milan Gigio Donnarumma, alla cantante Francesca Michielin, all’ex tennista Flavia Pennetta, al comico Teo Teocoli e agli “eterni” Renoir (pittore francese), George Harrison (avete presente i Beatles?), Carlo Goldoni (uno dei padri della commedia moderna) ed Enrico Caruso (tenore leggendario).

Che inizino i festeggiamenti!

 

Precedente Letture nerd di un certo livello contro la noia Successivo Oscar 2019: ecco i miei (personalissimi) vincitori