Questi cartoni animati sono delle vere perle

Ho visto parecchia tv durante la mia vita, cartoni animati compresi. E posso affermare senza ombra di dubbio che negli anni 80 e 90 sono state trasmesse delle vere e proprie perle!

Sapete tutti chi sono l’Uomo Tigre e Ken il guerriero, vero? E quante volte avete provato ad emulare i tiri improbabili e le parate impossibili di Holly e Benji? Se queste domande vi hanno fatto volare indietro nel tempo vuol dire che avete trascorso un’infanzia serena e normale. Ovviamente guardando i migliori cartoni animati che siano mai stati trasmessi.

Poi ci sono io, che di secondo nome faccio TV, di terzo telefilm e di quarto cartoni-animati-di-tutti-i-tipi. Il perchè dell’ultimo nomignolo è presto detto: ho davvero guardato qualsiasi cosa fosse animata, qualsiasi. Ho una memoria da pesce rosso ma chissà perchè ricordo senza problemi e con un briciolo di tenerezza certe rarità…

quelli che state per conoscere (o riscoprire) sono autentici gioielli!

Una piccola precisazione: certi cartoni animati sono stati creati ben prima che io nascessi, anno 1982, ma sono diventati così popolari che vennero trasmessi anche a distanza di decenni.

Tv anni '80: Wacky Races

Wacky Races

La divertente serie animata a tema automobilistico debuttò negli USA addirittura nel 1968 e venne prodotta dalla Hanna-Barbera. Indimenticabili i tracciati ma soprattutto i veicoli che ben rispecchiavano le caratteristiche dei personaggi alla loro guida.

Ricordo con affetto quasi tutto:

  • I cavernicoli fratelli Slag e la preistorica Macigno-mobile
  • Il Diabolico Coupé dall’aspetto funebre e con un drago all’interno come arma segreta
  • Il professor Pat Pending e la Multiuso che si trasformava praticamente in qualsiasi cosa
  • Red Max e lo Scarafaggio Volante che citavano in modo simpatico il Barone Rosso
  • L’affascinante Penelope Pitstop e il Vezzoso Coupé dotato di tutti gli accessori per il trucco
  • L’Armata Speciale (e il suo cannone) guidata dal soldato Meekly agli ordini del sergente Blast
  • Il gangster Clyde, la sua banda e la loro vettura d’epoca, l’Antiproiettile
  • L’Insetto Scoppiettante guidato dal montanaro Luke a sua volta coadiuvato dall’orso Blubber
  • Il fortissimo Peter Perfect e la Sei Cilindri, l’unica vera auto da corsa in gara, per altro indistruttibile
  • Il boscaiolo Rufus Roughcut e la legnosa Spaccatutto
  • Dick Dastardly e Muttley a bordo della vettura 00, l’unica a non vincere mai (arriva sempre ultima) nonostante le ripetute trappole tese agli altri concorrenti. Il leggendario ghigno di Muttley, le imprecazioni di Dastardly e la sua classica invocazione d’aiuto (“Muttley, fà qualcosa!”) sono i veri tormentoni della serie.

Tv anni '80: Capitan Dick

Capitan Dick

Altro gioiellino made in USA, trasmesso nel 1987 e ambientato nel futuro e cioè… il 2007?! Uno scienziato pazzo (lo spaventoso Lord Black nella foto) ha creato un batterio che annulla la volontà degli esseri viventi e li trasforma in mostruosi schiavi ai suoi ordini. Ai soldati guidati dal capitano Dick Courage il compito di fronteggiare la minaccia.

Una trama non propriamente indicata per dei semplici cartoni animati, non è vero? Considerando la gente che esplodeva per merito di Kenshiro, possiamo dire che Spiral Zone, ecco il titolo originale, è stato un prodotto pressochè innocuo…

Com’è nato tutto ciò? Come per altre serie animate made in USA bisognava vendere dei giocattoli! Gli episodi e il fumetto, pubblicato dalla DC Comics di Superman e soci, si sono dimostrati almeno negli States un buon canale pubblicitario.

Tv anni '80: gli Impossibili

Gli Impossibili

Un po’ Beatles e un po’ Avengers, questo divertente zuccherino classe 1966 porta la firma della prestigiosa ditta Hanna-Barbera. I protagonisti dei 36 episodi sono tre musicisti-eroi, ognuno dei quali dotato di un potere:

  • Coil Man ha delle potentissime molle al posto degli arti che gli permettono di spiccare balzi prodigiosi
  • Fluid Man ha il corpo composto da acqua che lo rende in grado di penetrare qualsiasi nascondiglio
  • Multi Man, un po’ come Madrox degli X-Men, è in grado di replicare il proprio corpo all’infinito

Tv anni '80: He-Man e i dominatori dell'universo

He-Man e i dominatori dell’universo

Potrei parlare per decenni di questi cartoni animati e per decenni del pupazzame che invase i negozi di giocattoli di allora. Cerco di limitarmi e dico che il cartone è della Filmation ed è nato nel 1983 a supporto della linea di giocattoli della Mattel: He-Man e soci ebbero tanto di quel successo che la serie è ancora oggi considerata tra i pilastri dell’animazione degli anni ’80!

I personaggi interessanti sono davvero tanti! Nelle fila dei buoni, oltre al biondo principe Adam che si trasforma nel fortissimo He-Man, figurano la tigre Cringer (che diventa Battle-Cat), il simpatico stregone Orko, la bellissima Teela, la maga Sorceress e il combattivo Man-at-Arms. E nei cattivi? Il leader indiscusso è Skeletor e tra i suoi soldati non posso non citare Evil-Lyn, Beast Man, Mer-Man e Tri-Klops.

La cosa più bella delle avventure ambientate su Eternia? Il castello di Grayskull, averlo avuto in cameretta è stato un privilegio, peccato sia finito chissà dove. Potete comprarlo qui, se volete, ma occhio che non costa poco…

E la cosa più brutta di questo mondo magnifico? Non so se ridere o piangere (sempre dal ridere): il mancabilissimo film del 1987, con protagonista niente meno che Dolph “Ti spiezzo in due” Lundgren.

Tv anni '80: Centurions

Centurions

Altra perla, altro prodotto made in USA. Creati nel 1986, i cartoni animati dei Centurions ebbero una vita relativamente breve (2 stagioni per 65 episodi) e approdarono in Italia su Odeon, un canale che sapeva regalare piacevoli pomeriggi ai regazzini dell’epoca, me compreso (quanto mi sento vecchio!).

Cos’aveva di speciale questo cartone? I protagonisti erano soldati che potevano sconfiggere senza problemi il nemico grazie a tute tecnologiche configurabili in un numero infinito di modi. Non mancavano quindi armi di ogni tipo, missili, moduli di volo, veicoli di terra, sommergibili e pure il teletrasporto. In una parola, una figata assoluta.

Tv anni '80: M.A.S.K.

M.A.S.K.

Moto che si trasformano in elicotteri ne abbiamo? Certo! Hot rod che diventano autoblindo ne esistono? Ovvio! Dune buggy trasformabili in aereo? Eccole. Auto sportive tramutabili in hovercraft? Pronte. Potrei andare avanti per qualche pagina ma penso di aver reso l’idea e mi pare chiaro perchè questo sia tra i miei cartoni-animati-non-così-conosciuti preferiti.

M.A.S.K. (acronimo di Mobile Armoured Strike Kommand) è una serie franco-americana di 75 episodi disegnata a partire dal 1985 con un unico scopo e cioè, ancora una volta, vendere giocattoli. Giocattoli prodotti dalla Kenner, già responsabile dei Centurions di cui sopra e che venne assorbita dalla Hasbro, azienda che un po’ ne sa in quanto a giocattoli davvero cool (pensate solo ai Transformers).

Non ho ancora finito di piangere per non aver trovato niente di acquistabile online che una news mi fa sorridere come uno scemo: fra non molto vedremo nei cinema un adattamento cinematografico! Parole a quanto pare di Paramount e della stessa Hasbro e io, chiaramente, non vedo l’ora!

Tv anni '80: G.I. Joe

G.I. Joe

A proposito di prodotti legati a filo doppio all’industria dell’intrattenimento ludico, non posso non concludere con la perla più americana e più adorata, almeno da me. Come tanti altri cartoni animati made in USA, i G.I. Joe non brillavano certo per qualità delle animazioni o della trama, visto che il canovaccio era sempre lo stesso: arrivano i Cobra che vogliono dominare il mondo e i G.I. Joe li prendono militarmente a calci nel culo.

Ma ci sono degli aspetti che val la pena ricordare:

  1. Alcuni personaggi erano ben caratterizzati, come il comandante dei Cobra, Destro e Storm Shadow per i cattivi e il muto Snake Eyes per i buoni.
  2. I veicoli da combattimento non erano propriamente banali e avevano un look e un armamentario decisamente accattivanti. Cosa che ci porta al punto seguente…
  3. Comparve nei negozi una quantità che definirei oscena di bellissimi giocattoli targati (guarda un po’ che caso) Hasbro. Volete rivivere i bei tempi andati e sputtanarvi la tredicesima con qualcosa di epico? Su Amazon non mancano le possibilità di acquisto.

Il successo di questa industria bellica, scusate la battuta, fu ovvio e planetario e dura ancora oggi, dal momento che qualche anno fa sono usciti nei cinema due lungometraggi live action. Film ovviamente dal budget considerevole e che possono contare su un cast di primo piano, con nomi del calibro di Dwayne “The Rock” Johnson, Channng Tatum e Bruce Willis.

E questo, almeno per il momento, è tutto.

Alla prossima!

 

Precedente Supereroine: donne non comuni solo da ammirare Successivo Prima pappa: un'esperienza indimenticabile