Crea sito

Film di animazione da vedere con i figli

Più o meno recenti, più o meno conosciuti. Sono i film di animazione che mia figlia ha apprezzato e che vi consiglio. Buona visione!

Il tempo passa, i bimbi crescono e i gusti cambiano. Più o meno. Quando si parla di televisione si spendono sempre un sacco di parole su quanta farne vedere alla prole e su quando sarebbe più opportuno accenderla o spegnerla. E di cosa (guardare) ne vogliamo parlare? La serialità di cartoni animati come Ladybug o quel maledetto di Bing fa affezionare, dà comfort e tranquillizza perchè sai cosa aspettarti. Ma vuoi mettere il brivido di quando finalmente riesci a convincere l’erede (mia figlia è cocciuta come pochi) a provare qualcosa di nuovo? Sto parlando dei film di animazione, quindi di roba piuttosto lunga che un genitore assennato mai si sognerebbe di far vedere a figli sotto una certa età.

Eppure, come detto, il tempo passa e prima o poi tocca a tutti sperimentare le infinite gioie di un lungometraggio animato. Non sono qui per parlare solo dei grandi classici Disney perchè quelli famosi, come La bella addormentata nel bosco o Cenerentola, li conosciamo tutti. Voglio semplicemente spendere due paroline su alcune chicche che io, moglie e figlia abbiamo avuto il piacere di vedere tutti assieme.

Da Scarpette Rosse ai Croods, ecco alcuni film di animazione che mi sento in dovere di consigliarvi.

Scarpette rosse e i 7 nani

Parto subito col botto. Nel senso del frastuono che hanno fatto i miei maroni, quando la piccola di casa ha decretato che avrebbe guardato questa roba per la trentesima volta in un mese. Fatevi i conti… esatto, in media lo vede una volta al giorno. Si tratta di un simpatico minestrone, una favola animata basata su Biancaneve con tocchi fantasy, risate, azione, una bella storia d’amore, un robot di legno e… Baby K, Pio e Amedeo come doppiatori. Ma niente rap nè battutacce, sia chiaro. Il film si sforza di trasmettere un messaggio positivo e cioè che l’aspetto fisico non dovrebbe essere così importante quando si parla di relazioni romantiche. Ve lo consiglio? Ovviamente sì, la prima volta vi stupirà in modo positivo. Poi starà a voi decidere se farvelo andare a noia e vederlo, rivederlo, rivederlo, sempre e comunque. Perchè a vostra/o figlia/o piacerà un sacco.

Monster School

Altro giro altra corsa in sella ad un film di animazione che, guarda un po’, in casa è piaciuto a tutti e tre. La differenza con Scarpette rosse è netta: niente nani e niente storie d’amore, ma c’è il classico genio incompreso, un giovane inventore che deve vedersela con i MOSTRI PROVENIENTI DALLA QUINTA DIMENSIONE?! Ho usato il maiuscolo per farvi capire bene che ci sono creature che rischiano di impressionare i più piccoli. E infatti, dopo averlo visto per la prima volta, abbiamo tutti passato una notte un po’ brutta, che qualcuno aveva paura. Errore di noi grandi, lo ammetto, però è stato un caso. La bella di mamma e papà, infatti, si è presto affezionata al nonno Falena (capirete guardando) e ha apprezzato molto la seconda, terza… millesima visione di questa piacevole sorpresa.

Lego Justice League

Lego + supereroi = una goduria. Per me. Per mia figlia invece si è trattato “solo” di un piacevole passatempo durante un pomeriggio di pioggia. Niente di memorabile per lei, però ha seguito senza lamentarsi e con un minimo di interesse. Diciamo che forse era un po’ presto per Superman e soci visto che Frozen a mattoncini le garba parecchio. Morale della favola: per vedere questa sciccheria meglio se la prole è over… boh, 5?

La fiaba infinita

Dei film di animazione presenti nella lista, questo è il lungometraggio del quale non posso dire granchè. Perchè? Beh, sono andato KO dopo pochissimi minuti. Voci dalla regia (moglie) affermano comunque che la piccola ha apprezzato. Ma considerando che non lo ha più richiesto, direi che si possa lasciare tranquillamente come riserva a sopresa da schierare in caso di crisi.

C’era una volta il Principe Azzurro

E se il famosissimo principe delle favole fosse in realtà un poveretto colpito da una maledizione? E se il vero amore fosse l’unica cosa in grado di spezzare il maleficio? E se questo amore fosse… un uomo coi baffi?! Non proprio, visto che si tratta solo di un “abile” travestimento. Comunque, questo è il classico caso di cartone godibile, una piacevole sorpresa che rischia di entrare nella testa dei più piccoli. Senza dimenticare i grandi che, magari, apprezzeranno come i canovacci delle favole classiche siano stati presi in giro. Vi assicuro che vedere Biancaneve in preda alle manie di persecuzione è davvero esilarante.

Dinosauri

Scopro con sorpresa che si tratta del 39° classico made in Disney, un reperto archeologico risalente addirittura al 2000. Del quale non avevo mai sentito parlare. All’epoca infatti ero da poco maggiorenne e i miei interessi erano focalizzati su ben altro, ma vederlo oggi, a quasi 40 anni, fa comunque un bell’effetto. Nel senso che non pare vecchio, appassiona e, al netto di qualche piccolo spavento, posso dire che è adatto proprio a tutti. Anche perchè i dinosauri sono fighissimi a qualsiasi età!

I Croods

Se un film animato piace a me, moglie, nipoti e figlia… beh, vuol dire che siamo di fronte a qualcosa di eccezionale. E i cavernicoli protagonisti di questa divertente meraviglia sono così, eccezionali. Risate a raffica, una grafica apprezzabile, personaggi ben caratterizzati e una storia semplice ma non banale: ecco gli ingredienti di quello che è un capolavoro, forse tra i più sottovalutati di casa DreamWorks.

Miraculous World: New York – Eroi Uniti

Concludo in bellezza, per quanto la protagonista mi stia letteralmente andando a noia. Ladybug è per mia figlia più di quello che sono per me i Transformers: vuole vedere i cartoni, vuole i giocattoli, i vestiti e gli album da colorare. Esatto, una mania. Ma al netto della nausea da sovraesposizione (si può dire?), devo dire che questo lungometraggio è davvero bello. Vengono ripresi i nodi narrativi della serie (si colloca tra la terza e la quarta stagione), ci sono i soliti personaggi e si conoscono nuovi supereroi e supercattivi americani (niente Marvel o DC, tutta roba inedita). C’è pure una coppia omosessuale, composta da due superdonne che hanno due superfiglie, una delle quali è un robot. Bizzarro a leggersi, ma a vederlo in tv pare tutto naturale. Considerando tutto non posso non applaudire il lavoro svolto.

La lista dei film di animazione adatti a tutta la famiglia termina qui. Fatemi sapere cosa ne pensate qua sotto nei commenti e… alla prossima!