Crea sito

I mostri del cinema che vorreste come amici

Da Freddy Krueger ai Gremlins, ecco i mostri cinematografici che nessuno vorrebbe come nemico.

Peggio un maledetto bastardo che ti tormenta (e ammazza) mentre dormi o un lucertolone gigante in grado di radere al suolo un palazzo? I film horror da sempre attirano orde di cinefili in cerca di qualche brivido. Col passare degli anni il genere si è evoluto ma non è mai entrato in crisi, grazie anche ai suoi “cavalieri neri”. Ecco dunque i mostri che tutti dovrebbero conoscere, temere e sperare di non incontrare mai. O, se proprio va di sfiga, pregate che vi prendano in simpatia…

Piccoli ma bastardi

Piccoli e, ad un primo sguardo, neanche troppo spaventosi. Li trovereste addirittura simpatici se nel cuore della notte non avessero lanciato la nonna dalla finestra. I Gremlins rappresentano al meglio le frasi “le dimensioni non contano” e “l’unione fa la forza”. Perchè presi singolarmente MAGARI riesci pure a renderli inoffensivi, ma assieme sono in grado di seminare morte e distruzione in una città intera! Un esercito di mostriciattoli urlanti, maleducati e ben affiatati, ai quali non interessano alleanze. Rendersi invisibili ai loro occhi è imperativo, perchè farseli amici non è proprio possibile.

A proposito di mostri che amano il contatto umano nel modo peggiore, quello che ammirate in foto altri non è che un adorabile Facehugger. Ti salta addosso, ti abbraccia la faccia con i suoi deliziosi tentacoli e… sono cazzi tuoi. Trattasi del secondo stadio evolutivo degli xenomorfi, bestie brutte e cattive che potete ammirare nella saga di Alien. Anche in questo caso ragionare con loro è impossibile, per cui non fatevi scrupoli ad imbracciare un lanciafiamme.

Parlando di cose che si evolvono, date uno sguardo allo schifo che zampetta felice alle spalle di un giovanissimo Kurt Russell e rabbrividite. In un articolo del genere mi pare cosa buona e giusta nominare il capolavoro di John Carpenter intitolato, appunto, La cosa. Lo faccio per mettervi in guardia da un nemico insidioso, un parassita in grado di replicare perfettamente le sembianze dell’essere vivente che assimila. Non è facile eliminare questo “virus intelligente” e l’unica cosa che può spaventarlo è il fuoco. Quindi… ce l’avete ancora il lanciafiamme, vero?

Bigger is better!

Avete presente Tremors? Come sarebbe un mondo infestato dai Graboid? Essendo particolarmente sensibili al suono, direi che ci sarebbe tanto silenzio. Niente chiacchiere, concerti o partite allo stadio, ma anche niente risse in diretta tv tra politici fuori di testa. E niente più vicini che spostano mobili all’alba o che ragliano a tutte le ore pensando di essere dei cantanti. Quasi quasi me ne faccio arrivare qualcuno, di Graboid…

Un mondo senza più riunioni di condominio all’insegna di urla e minacce? Mica male. Per questo auspicherei una bella situazione tipo Jurassic Park/World nella quale dinosauri affamati ristabiliscano l’ordine a modo loro. Non fremo all’idea di andare a far la spesa inseguito dai Velociraptor, chè quelli ci mettono poco ad accerchiarti e a trasformare il tuo pranzo nel loro contorno e te nella portata principale! Niente più scocciatori ma pericolo costante: ne varrebbe la pena?

Cambiamo decisamente soggetto. Ladies and gentlemen, vi presento lo schifo! Come definire altrimenti una massa informe, dal colorito irritante e affamata di esseri umani? Il fluido che uccide, letteralmente. Ecco perchè siamo in molti ad odiare slime e affini…

Di tutti i mostri che hanno seminato paura e distruzione nella storia del cinema, Godzilla è senz’altro uno dei più famosi. Un lucertolone alto quanto un grattacielo, in grado di incenerire te, la tua auto e il tuo palazzo. Alitando. Forse gli piace il cibo piccante. Comunque, questo dinosauro creato dall’atomica è stato protagonista di un bel po’ di film, in principio (anni Cinquanta) esclusivamente made in Japan. La bellezza del personaggio ha poi fatto sì che germogliassero tutta una serie di pellicole tipicamente USA, quella del 2014 l’ho vista al cinema e devo dire che non fu affatto male. Attendo con ansia il prossimo progetto che porterà a scontrarsi due mostri colossali: Godzilla, appunto, e…

Kong! Se non avete mai sentito parlare di questo scimmione, se non avete mai visto anche solo una foto (o uno spezzone di film) che lo ritrae in cima ad un grattacielo, mi chiedo quanto siate stati rinchiusi in cantina negli ultimi 80 anni. Di tutti i mostri cinematografici, King Kong è forse il meno cattivo: è l’essere umano che va a rompergli le palle ed è ovvio che questo bestione ad un certo punto perda le staffe.

I mostri peggiori? eccoli…

Immagini che si possono sentire… Vedete un tombino e girate al largo? Incontrate un pagliaccio ed iniziate ad urlare di terrore? E’ tutto merito, si fa per dire, dell’ottimo Pennywise, il clown incubo dei ragazzini protagonista di 3 film intitolati IT: uno dei miei tempi (quindi leggermente datato) con l’eccezionale Tim Curry e due decisamente più nuovi ma meno “mitici” del primo lungometraggio. Tutti sono OVVIAMENTE tratti dal capolavoro di Stephen King, che di libri horror se ne intende abbastanza. Guardate, leggete e, quando qualcuno vi chiederà “Lo vuoi un palloncino?”, non dico che scapperete a gambe levate ma quasi.

Concludo in bellezza. Anche no, chè di bello questo losco figuro non ha proprio niente. Considerate che in vita era un essere ripugnante, ma è da “morto” che Freddy Krueger riesce a dare il peggio di sè. Una creatura che ti dà la caccia mentre stai dormendo, un mostro che trasforma i tuoi incubi in qualcosa di reale tanto che, quando ti acchiappa, ti taglia a fette. E muori davvero. Curiosi di conoscere più da vicino il capitano della mia squadra di mostri? In commercio ci sono un’infinità di dvd, io mi fionderei su un cofanetto bello corposo come questo. Così avrete di che farvela sotto dalla paura per qualche sera.

Ma davvero vorreste questi simpaticoni come amici?