Serie tv americane da non dimenticare

Dalle celebrità che si ammazzano sul ring ai poliziotti in bicicletta passando per una certa ammazzavampiri. Sono le serie tv americane che, per un motivo o l’altro, mi rifiuto di dimenticare.

Sono cresciuto a pane e tv e le serie americane rappresentano una parte importante del mio percorso formativo a tubo catodico. Più o meno tutti avete guardato o avete almeno sentito parlare di miti come l’A-Team o MacGyver, immagino. Tutti prodotti entrati nel mito della mia generazione, tra un coltellino svizzero e un mezzo corazzato tirato su dal nulla.

Ma quanti di voi si ricordano di una certa ragazza dedita ad infilare paletti di legno nel cuore di mostri succhiasangue? E cosa mi dite di quei cartoni animati tutt’altro che educativi trasmessi da MTV qualche eone fa?

Da Buffy a Celebrity Deathmatch, ecco le serie tv americane che non posso scordare e che voi dovreste (ri)scoprire.

Beavis & Butt-head

“Sei un coglione, Beavis!” con la voce di Elio: basta questo per far tornare in mente un sacco di ricordi! Trasmesso da MTV, è un prodotto animato andato in onda ad orari non proprio da succo e biscotti. Protagonisti due adolescenti scazzatissimi che passano parte del loro tempo davanti alla tv, commentando le trasmissioni in modo totalmente stupidoidiota. E quando non si rincoglioniscono ammirando videoclip musicali? Scemi sul divano e scemi fuori, vi basti questo.

Scopro con gioia che in tutto (ad ora visto che di episodi ne continuano ad uscire) sono state realizzate 222 puntate, vuol dire che non lo guardavamo solo io e i miei compagni di classe…

Buffy l’ammazzavampiri

La sigla più bella che mente umana abbia mai concepito! Sì ok, dopo A-Team e Supercar. O forse no. Buffy è una liceale che si ritrova a combattere vampiri e creature demoniache. Con l’aiuto del bibliotecario della scuola e di alcuni amici e finendo per innamorarsi di Angel, un affascinante succhiasangue un po’ diverso dai suoi simili. Azione, horror, teen drama: difficile trovare una serie americana che racchiuda in sè più generi.

E del cast ne vogliamo parlare? Sarah Michelle Gellar è diventata famosa grazie a questo telefilm ma poi ha preso parte a diversi lungometraggi come Scooby-Doo e The Grudge. Alyson Hannigan (Willow) invece l’avete sicuramente ammirata all’opera nei vari American Pie per non parlare del suo ruolo in How I Met Your Mother. E David Boreanaz? Beh, avete presente Bones? Chiudo con una chicca sul creatore… di nome Joss Whedon: esatto, l’uomo dietro ai primi due film sugli Avengers!

Pacific Blue

Se dici poliziotti in bicicletta non possono che venirti in mente loro. 101 episodi racchiusi in 5 stagioni che vedono i protagonisti indossare pantaloncini, maglietta e occhiali da sole per affrontare rapinatori, assassini e delinquenti vari. Intendiamoci, questo prodotto è tutto tranne che un capolavoro. Ma la sua semplicità lo rende l’ideale per passare il tempo, sognando la California mentre si sorseggia una bibita fresca.

Beverly Hills 90210

10 stagioni, quasi 300 episodi e se non ne avete mai sentito parlare vuol dire che siete troppo più giovani di me. Davvero non avete idea di chi siano i Walsh o Dylan, interpretato dal compianto Luke Perry? Shame on you, recuperate in qualche modo, sorpattutto se volete ammirare uno spaccato sugli adolescenti made in USA. Non mancano infatti problemi di droga, alcolismo, AIDS e sessualità, ma anche amicizie e amori più o meno tormentati, per quella che probabilmente è stata la mia prima serie seria (ah. ah. ah).

Baywatch

Michael Knight appende KITT al chiodo e va a svernare al mare, in un tripudio di sole, squali e silicone. Ecco riassunta, male e in poche parole, la serie americana con protagonisti i bagnini di Malibù. Il capo, Mitch, è interpretato da QUEL David Hasselhoff, poi ci sono gli altri e poi c’è Pamela Anderson. Perchè, diciamoci la verità, se all’inizio lo show mi aveva incuriosito a causa del protagonista di Knight Rider, in seguito divenne tappa fissa perchè, sapete, gli ormoni…

Willy il principe di Bel-Air

Sapete chi è Will Smith, vero? Chissà come sarebbe andata la sua carriera senza questa sitcom. Forse sarebbe rimasto a fare hip-hop insieme a Jezzy Jeff o forse sarebbe comunque diventato una star di Hollywood, chi può dirlo. Comunque, di tutte le serie tv americane questa è una di quelle che ricordo con più affetto. Perchè? Beh, si ride (tanto) e ci sono personaggi che, per un motivo o l’altro, non dimenticherò in fretta. Protagonista a parte infatti, sono assolutamente degni di nota i commenti del maggiordono Geoffrey, lo zio Phil che fa da padre a Willy e che non si fa troppi problemi a buttare letteralmente fuori di casa l’insopportabile e irresistibile Jeff. Oh, se un amico di mio nipote si mettesse a skretchare col mio vinile preferito anch’io mi incazzerei a morte!

Celebrity Deathmatch

Avete mai sognato di vedere le vostre celebrità preferite prendersi a legnate su un ring? Ecco, allora potrebbe valer la pena recuperare qualche puntata di questo show, trasmesso in Italia (MTV) tra il 1999 e il 2007. Realizzata interamente in stop motion, la serie vuol essere una parodia iperviolenta del wrestling e vede i combattenti usare ogni tecnica e qualsiasi tipo di arma al fine di battere uccidere il proprio avversario.

Ovviamente non si tratta di qualcosa pensato per un pubblico di giovanissimi, le scene splatter abbondano, volano arti e si spezzano ossa in un tripudio di sangue e budella. E poi… dai, davvero c’è bisogno di dire che cartone animato non vuol dire per forza adatto ai bambini?

Buona notte e buone botte!