Arriva il pupo e addio tranquillità

Sei un neo papà e speri in una vita tranquilla? Sei un povero illuso!

Ok, diventare padre è magnifico ma ovviamente non è tutto rose e fiori! Una volta che arriva il pupo in casa la vita cambia, parecchio.

Ecco alcune situazioni tipo che ti faranno scorrere un brivido gelato lungo la schiena…

Arriva il pupo in casa? Tu e la tua compagna vi farete un sacco di domande nello spazio di pochi secondi. “Ci pensi tu al pannolino?” “Sì, allora tu prepari il bagnetto?” “Ok, ma il biberon? E i ciucci? La cena per noi? La roba da stendere? Chiami tu i nonni?” “Aaaaaaaah! (crampo al cervello)”

E’ domenica pomeriggio, la belva dorme e la tua dolce metà si concede un bagno rilassante. Quale occasione migliore per guadarti le partite in santa pace? Ma proprio quando sta per essere battuto un rigore al 90° un rumorino ti fa sorgere un dubbio e un odorino questo dubbio lo spazza via… se l’è fatta addosso (e non immagini nemmeno quanta)! Ed è qui che si fa spessa: vedere il gol decisivo e diventare sordo perchè la creatura piangerà, eccome se piangerà, o intervenire risparmiandoti i timpani e le ramanzine di tua moglie?

La giornata è finita, finalmente potete dormire e… eccolo/a che piange un’altra volta, a chi tocca alzarsi? Che inizino pure le contrattazioni, giocati qualche jolly (cervicale, strappi muscolari, invasioni aliene, l’uomo nero) e spera di uscirne vincitore. Ma per quanto possiate essere stanchi e nervosi sforzatevi di non litigare, venitevi incontro e non perdete troppo tempo.

Lui/lei non smetterà MAI di strillare da sè, anzi se non intervieni anche solo per una carezza, il ciuccio o un poco di acqua la potenza dei suoi polmoncini sorprenderà non solo te e tua moglie ma anche il vicinato… e i randagi delle città vicine che migreranno ululando.

Ma almeno non ci sarà alcuna invasione aliena… e quindi stanotte sarai tu a doverti alzare!

Precedente Diventare padre, chi me lo fa fare? Successivo Mia figlia mi ha salvato dalla depressione