Serie tv mitiche che tutti dovrebbero conoscere

Sono nato nel 1982 e in televisione ho visto praticamente di tutto, ma le serie tv rappresentano un capitolo importante della mia infanzia. Con miti come A-Team e CHiPs non si poteva che crescere bene…

Se pensi ad un bimbo davanti alla televisione lo immagini mentre si diverte grazie ai cartoni animati. Io ovviamente non sono stato un’eccezione, ma in quanto piccolo fan del piccolo schermo 30 anni fa ho sviluppato una passione sconfinata anche per le serie tv di allora.

Per quanto Transformers e Daitarn 3 siano i miei personaggi (robotici) televisivi, non posso non ricordare con affetto e un pizzico di nostalgia certi visi in carne ed ossa. Tenetevi forte, state per fare un bel viaggio indietro nel tempo alla scoperta (o riscoperta se avete la mia stessa età) di veri e propri miti del passato.

Per i nerd di ieri e di oggi, ecco le serie tv più belle che siano mai state create.

Serie tv anni 80: l'A-Team

A-Team

“Vado matto per i piani ben riusciti!”

Inizio subito col botto, in tutti i sensi. Chi chiami quando sei nei guai e c’è da menar le mani, inventare un carroarmato partendo da un pullman, sparare e soprattutto far esplodere le cose? Domanda interessante ma dalla risposta scontata: l’A-Team!

John “Hannibal” Smith, Templeton “Sberla” Peck, Murdock il pazzo e P.E. Baracus formano una squadra di mercenari fuorilegge che aiuta i deboli contro i soprusi dei potenti. Ed è un tripudio di cazzotti, mitragliatrici, esplosioni e sempre gli stessi incidenti, SEMPRE!.

A parte qualche assurdità, la serie tv creata nel lontano 1983 da Frank Lupo e Stephen J. Cannell (guardate che curriculum, il cattivone di Renegade!) non annoia mai. O quasi, perchè dopo anni di onorato servizio The A-Team chiude i battenti, è il 1987.

Ma questi “pessimi elementi” sono rimasti nel cuore di tutti e nel 2010 esce nei cinema un film a loro dedicato. Pur contando su un paio di attori famosi come Liam Neeson e Bradley Cooper, la pellicola è tutto tranne che indimenticabile ma, devo ammetterlo, svolge in pieno il suo compito e cioè intrattenere.

Bonus: i nostri eroi si spostano sempre su un GMC Vandura, un furgone che grazie ad Hannibal e soci ha fatto epoca. Se qualche nostalgico desiderasse comprarne una pregevole versione in scala non deve far altro che mettere mano al portafoglio e comprare questo modellino.

Bonus 2: quella sigla, per la miseria, quella sigla! Un fan accanito come il sottoscritto l’ha ascoltata talmente tante volte che sarebbe in grado di riconoscerla in una frazione di secondo. Non ci credete? Che ci crediate o meno qualche anno fa io ci ho vinto dei caffè in campeggio, lasciando esterrefatto chi pensava fossi troppo giovane per conoscerla. FOOLS!

Serie tv anni 80: i CHiPs

CHiPs

Uno è un simpatico burlone con la faccia da schiaffi, l’altro è un tipo tranquillo che “sopporta” col sorriso le spacconate del collega. Entrambi sono agenti della California Highway Patrol e pattugliano le strade di Los Angeles in sella alle loro motociclette: ecco a voi Frank “Ponch” Poncharello e Jonathan “Jon” Baker.

Gli attori che interpretano questa strana coppia (un canovaccio che funziona da sempre) si chiamano Erik Estrada e Larry Wilcox e, per quanto abbiano alle spalle anche altri ruoli in cinema e tv, saranno ricordati per sempre come Ponch e Jon, i mitici CHiPs.

Bonus: nel tentativo di rispolverare un brand piuttosto famoso, nel 1999 è stato prodotto un film tv (CHiPs ’99) con gli stessi personaggi, ovviamente in là con gli anni, mentre nel 2017 è uscito nei cinema il film CHiPs interpretato da Dax Shepard e Michael Peña.

Serie tv anni 80: Hazzard

Hazzard

147 episodi suddivisi in 7 stagioni, un sacco di inseguimenti, tanto divertimento. Ed un solo protagonista, dotato di motore potente e 4 ruote: inutile spiegare perchè il Generale Lee sia una leggenda, vero?

I salti del Generale ma non solo, visto che Hazzard propone qualche personaggio interessante: esclusi i protagonisti Bo e Luke, per me rimane indimenticabile Boss Hogg con i suoi sigari e i suoi pasti frugali. Trovavo poi davvero esilarante lo sceriffo Rosco P. Coltrane, spesso accompagnato dal cane Flash, un espressivo (???) basset hound. E che dire della cugina Daisy e dei suoi shorts?

Bonus: nel mio guardaroba svetta la sfavillante maglietta arancione col numero 01, quello del Generale Lee, comprata in quel di Movieland.  E chissenefrega direte voi, ma vi prego di capirmi:  desidero evitare accuratamente di spendere troppe parole sul film del 2005 con Johnny Knoxville. Anche perchè parlerei esclusivamente di Jessica Simpson, che all’epoca ha fatto sbavare parecchi maschietti, me compreso.

Bonus dentro al bonus: se volete fare un regalo ad un fan e diventare il suo idolo incontrastato, guardate qua che perla ho trovato!

Parlare di mercenari: fatto!

Scrivere di poliziotti in moto: fatto!

Rendere omaggio a un’auto fantastica: fatto!

Vorrei concludere questa prima parte dedicata alle serie tv vintage e tremendamente fighe con una perla…

Serie tv anni 80: L'incredibile Hulk

L’incredibile Hulk

“Dentro ognuno di noi, inaspettatamente, dimora una furia potente e rabbiosa.”

Con queste parole si apre il pilota del telefilm che, almeno qui in Italia, potremmo considerare come una sorta di papà dei grandi cinecomic moderni. La serie, nata nel 1977 e conclusasi nel 1982, porta in tv il Golia Verde della Marvel che viene interpretato dal grande (in tutti i sensi) Lou Ferrigno, mentre il triste (e un po’ sfigato, diciamolo) dottor Banner ha il volto di Bill Bixby.

E’ il 2018 e parlare degli effetti speciali di questo prodotto è perfettamente inutile, 30 anni di tecnologia sono un’enormità! Ma per chi divorava fumetti dev’essere stato uno shock assai piacevole vedere per la prima volta sul piccolo schermo l’incredibile Hulk .

Spendo con piacere qualche parola sul tema musicale di chiusura di ogni puntata. Difficile immaginare delle note più malinconiche di quelle, rendevano alla perfezione la solitudine che circondava il protagonista.

Bonus: oltre agli 81 episodi della serie regolare, sono stati prodotti 3 film-tv. Il primo vede Hulk lottare fianco a fianco col mitico Thor mentre nel secondo arriva niente meno che Daredevil. E il terzo? Chiude le vicende del telefilm, ma visto il titolo (La morte dell’incredibile Hulk) mi sono sempre rifiutato di approfondire…

Precedente I supereroi di una vita passata a leggere fumetti Successivo Riparte la scuola: consigli per gli acquisti